La Caritas idruntina parteciperà il 14 maggio alla preghiera e al digiuno indetti dall’ Alto comitato per la Fratellanza umana per invocare dal Dio unico, insieme ai credenti di tutte le religioni, la fine della pandemia. Sarà una giornata di preghiera e di comunione soprattutto con tanti amici islamici che abitano nelle nostre comunità e che vivono il mese sacro di Ramadan.Nei prossimi giorni vi sarà comunicata la modalità attraverso la quale tutti potremo aderire a questa giornata. L’idea è quella di chiedere a ciascuno di dedicare un quarto d’ora di adorazione da casa nell’orario che va dalle 8,00 alle 20,00. Sarà fornito un piccolo sussidio per vivere il quarto d’ora che avrete scelto. Intanto vi chiediamo di indicare l’orario che scegliete per la preghiera.

“Invitiamo tutte le persone, in tutto il mondo, a rivolgersi a Dio pregando, supplicando e facendo digiuno, ogni persona, in ogni parte del mondo, a seconda della sua religione, fede o dottrina, perché Egli elimini questa epidemia, ci salvi da questa afflizione, aiuti gli scienziati a trovare una medicina che la sconfigga, e perché Egli liberi il mondo dalle conseguenze sanitarie, economiche e umanitarie della diffusione di tale grave contagio”. È l’appello rivolto dall’Alto Comitato per la Fratellanza Umana. Rivolgendosi “ai nostri fratelli che credono in Dio Creatore” e “ai nostri fratelli in umanità”, l’Alto Comitato per la Fratellanza Umana osserva: “Il nostro mondo affronta oggi un grave pericolo che minaccia la vita di milioni di persone in tutto il pianeta, ossia la rapida diffusione del coronavirus (Covid-19). Mentre confermiamo l’importanza del ruolo dei medici e quello della ricerca scientifica nell’affrontare questa epidemia, non dimentichiamo di rivolgerci a Dio Creatore in tale grave crisi”. L’Alto Comitato propone di fissare per giovedì 14 maggio una “giornata di preghiera, di digiuno e di invocazione per l’umanità e invita tutti i leader religiosi e le persone nel mondo intero a rispondere a questo invito umanitario e a rivolgersi a Dio ad una sola voce, perché preservi l’umanità, la aiuti a superare la pandemia, le restituisca la sicurezza, la stabilità, la salute e la prosperità, e renda il nostro mondo, eliminata questa pandemia, più umano e più fraterno”. Papa Francesco nel Regina coeli del 3 maggio ha lanciato questo appello: “Poiché la preghiera è un valore universale, ho accolto la proposta dell’Alto Comitato per la Fratellanza Umana affinché il prossimo 14 maggio i credenti di tutte le religioni si uniscano spiritualmente in una giornata di preghiera e digiuno e opere di carità, per implorare Dio di aiutare l’umanità a superare la pandemia di coronavirus. Ricordatevi: il 14 maggio, tutti i credenti insieme, credenti di diverse tradizioni, per pregare, digiunare e fare opere di carità”.

Sostieni la Caritas Idruntina

Versamento su
Conto Corrente Postale n. 10974731
intestato a Caritas Idruntina P.zza Basilica, 1 - 73028 Otranto (LE)


Bonifico Bancario su
IBAN IT39Y0306909606100000134257
conto intestato a Caritas Idruntina presso Banca INTESA SANPAOLO


PayPal o Carta di Credito